EDIT NAPOLI

EDITNapoli_banner

EDIT NAPOLI

6 – 9 GIUGNO 2019

COMUNICATO STAMPA

 

Creatività e artigianalità in mostra per celebrare il design editoriale

 

 

Karpeta, brand di tappeti, e Texturae, azienda specializzata nella produzione di carte da parati, mettono in mostra i prodotti più iconici in un allestimento congiunto all’interno della fiera di design EDIT Napoli, nella suggestiva cornice del Complesso di S. Domenico Maggiore.

I prodotti, che siano per rivestire le pareti o dare calore ai pavimenti, non si limitano a ridisegnare gli spazi, ma creano un’esperienza di design narrativo volto a trasformare l’ambiente, modellando la scenografia per farla diventare protagonista. L’attività di Texturae e Karpeta si basa sulla ricerca estetica e si concentra sull’ottimizzazione della qualità del prodotto. In ciascuna delle collezioni presentate dai due brand, designer e artisti possono esprimere la loro creatività con ispirazioni derivanti dalla loro sensibilità personale, avendo l’opportunità di lavorare in piccole o grandi dimensioni, sperimentando l’uso e la combinazione di varie tecniche di produzione. Tutte le collezioni di Texturae e Karpeta sono prodotte riflettendo i principi e la filosofia che guida il brand: l’alto contenuto concettuale e creativo, il basso impatto ambientale, l’uso di materiali di alta qualità, la combinazione di tecniche tradizionali e d’avanguardia.

EDIT Napoli rappresenta un’importante opportunità per Karpeta e Texturae di far conoscere la propria realtà imprenditoriale all’interno di un’iniziativa che non si limita solo a dare spazio alle necessità commerciali, ma mette in luce i valori culturali legati all’artigianalità e alla creatività. Texturae e Karpeta hanno da sempre messo al primo posto la dedizione alla ricerca qualitativa e innovativa nell’ideazione e nella produzione delle collezioni, con una particolare attenzione verso i temi dell’artigianalità e della sostenibilità, e il contesto curatoriale e concettuale di EDIT Napoli rispecchia perfettamente le prerogative intellettuali che guidano il lavoro quotidiano dei due brand.

 

 

Ufficio stampa:

PS•
press@p-s.it
+39 023962 4450

 

 

prodotti

Laguna by storagemilano

Checkers by Karpeta team

Savanna Silver by Karpeta team

Treccia by Valentina Cameranesi

 

 

Laguna

Si tratta dell’ultima proposta di prodotto del brand, presentato durante la Milano Design Week 2019. Il design del tappeto è firmato dallo studio milanese di architettura e design storagemilano. Il prodotto nasce come “un quadro di contrasti cromatici colati tra il grezzo e le delicate profondità lacustri”.

 

Checkers

Il tappeto, della collezione Trame, è stato disegnato e prodotto dai creativi del team Karpeta. Sintesi della millenaria tradizione tessile indiana e le più innovative ispirazioni nazionali e internazionali, Checkers riprende le cromie della terra ed è interamente prodotto a mano con cotone e lana della Nuova Zelanda.

 

Savanna

Anche Savanna è parte della collezione Trame. Il tappeto, intrecciato a mano secondo i più rigorosi canoni della tradizione artigiana, è disponibile in diverse varianti di colore per assecondare i gusti più svariati.

 

Treccia

Il tappeto, disegnato da Valentina Cameranesi, trae ispirazione dalle classiche trecce femminili e dai motivi simbolici dell’artista Jean Lurçat. Il pattern è disegnato a mano, mentre la trama di juta, cotone e seta di bambù è stata intrecciata con la tecnica orientale del soumak.

 

 

 

prodotti

Type 1.2 by Anthony Roussel

Type 2.1 by Anthony Roussel

Arcade A by Elisa Ossino

Piano B by Servomuto

Roots by Gianluigi Landoni

Via della Seta by Vito Nesta

 

Type 1.2 / Type 2.1

La carta, disegnata da Anthony Roussel, propone una decostruzione e rielaborazione della forma classica del diamante, elaborata e manipolata attraverso cromie inusuali ed effetti ottici. Forma nuova e al tempo stesso riconoscibile, la gemma destrutturata su tela riscopre la propria tridimensionalità grazie a ombre volutamente dense e pesanti.

 

Arcade A

Il progetto di trasformazione delle superfici, ideato da Elisa Ossino, è ispirato dal trompe l’oeil e dalla pittura metafisica. La costruzione illusionistica di un fondale di elementi architettonici a forma squadrata lascia immaginare e sognare un proseguimento dello spazio oltre il muro. Strutturata in moduli alternabili, consente di creare superfici ogni volta diverse, trasformando la parete in una quinta scenica sempre nuova.

 

Piano B

La carta, ideata dallo studio milanese Servomuto, con il pattern a tenda suggerisce spazi nascosti, stanze segrete nelle quali potersi perdere con la fantasia, possibili vie di fuga. Il progetto è realizzato in collaborazione con il fotografo Guido Barbagelata.

 

Roots

Sovrapposizione grafica di un campo di grano su una texture di legno, sono questi gli elementi identificativi del prodotto disegnato dall’architetto Gianluigi Landoni. Le pennellate verticali enfatizzano l’effetto naturale e materico della carta.

 

Via della Seta

Vito Nesta propone un paesaggio cinese, sognante e fiabesco come quelli incontrati dai viaggiatori nei tempi antichi. Il designer immagina la via della seta, il luogo dove avvenne un complesso scambio commerciale e culturale che portò allo sviluppo delle antiche civiltà dell’Egitto, della Cina, dell’India e di Roma.